Linee guida per la realizzazione di una tartufaia di qualità

Per realizzare una tartufaia di qualità nel modo più corretto e professionale è fondamentale seguire alcune linee guida quali:

PROGETTAZIONE

La progettazione è di fondamentale importanza per realizzare una tartufaia con elevate possibilità di successo.

Il primo passo è quella di effettuare un'analisi chimico-fisica del terreno al fine di stabilirne l'idoneaità alla tartuficoltura.

Sucessivamente all'analisi è consigliabile il sopralluogo in campo da parte di un esperto che valuti aspetti ambientali quali: altitudine, esposizione dei simbionti esistenti, combinandoli con i risultati delle analisi per poter decidere quale tipo di pianta simbionte e tartufo sia più adatto.

PREPARAZIONE DEL TERRENO

Prima di procedere alla messa a dimora delle piante è necessario effettuare una adeguata preparazione del terreno rimuovendo eventuali residui di arbusti, pietre, radici e procedendo poi ad una ripuntatura medio-profonda e a una o più erpicature di affinamento.

Una volta fatto l'affinamento è consigliabile fare uno squadro del terreno basandosi sul sesto d'impianto stabilito per valutare il reale numero di piante che si andranno a mettere a dimora.

Si consiglia di non utilzzare concimi se non cocordato insieme all'esperto al momento della progettazione.

MESSA A DIMORA DI PIANTE MICORIZZATE

Il momento ottimale per effettuare la messa a dimora delle piante è il periodo autunno/primavera.

Prima di effettuare la piantagione si consiglia di posizionare le piante vicino al tutore, o alla buca se già preparata, secondo lo schema di piantagione. Svasare con attenzione la pianta e posizionarla nella buca ricoprendo con terra fine e pressando accuratamente il terreno attorno al pane di terra.

È consigliabile l'utilizzo di uno shelter per proteggere la pianta da animali roditori.

IRRIGAZIONE

È risaputo che l'impianto di irrigazione favorisce un buon attecchimento delle piante, una crescita forestale regolare ed uniforme, il buon mantenimento della vitalità delle micorrize, una uniformità delle produzioni anno dopo anno e una costante pezzatura dei tuberi.

OPERAZIONI POST IMPIANTO

Una volta messe a dimora le piante sarà necessario effettuare intenventi di sfalcio delle erbe infestanti attraverso lavorazioni meccaniche in interfila e leggere zappettature manuali attorno alla pianta.

Potrebbe anche essere necessario esegure erpicature superfiviali (7/10 cm) per favorire un migliore arieggiamento del terreno..

La lotta contro insetti e malattie va valutata attentamente tramite consultazione con i tecnici della VIVAICASADEI.


ENTRATA IN PRODUZIONE

Generalmente l'inizio della produzione si attesta fra il 6° e l'8° anno, mentre la piena produzione si ha tra il 12° e il 15° anno. Ciò vale per tutti i tartufi, eccetto che per il Tartufo Bianco Pregiato che ha tempi molto più lunghi e risultati ancora non interessanti.

Tartuficoltuuracasadei

VIVAI CASADEI SRL
via Cerchia di Sant’Egidio, 3004 - 47521 Cesena (FC)
Tel. +39 0547 382171 / +39 335 1293919
E-mail: info@tartuficolturacasadei.it
P.IVA 04293140408 - © 2018 - Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più

Approvo

 

Cookie Policy

Che cosa sono i cookies?
I cookies sono informazioni testuali che si vanno ad installare sul dispositivo di navigazione dell’utente ogni qualvolta quest’ultimo visita le pagine di un sito web.
I cookies sono utilizzati per scopi tecnici di normale funzionamento di un sito web oppure per memorizzare informazioni mirate a profilare l’utente in base ai suoi interessi analizzando totalmente, o in parte, la sua esperienza di navigazione.
Poiché i cookies contribuiscono, quindi, sia a migliorare l’efficienza della visualizzazione delle pagine web di un sito, ma anche a garantire che contenuti pubblicitari siano mirati all’utente, essi si suddividono in 3 tipi:

  • cookie tecnici
  • cookie di terze parti
  • cookie di profilazione

I cookie tecnici
Questo tipo di cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito e vengono anche classificati come strictly necessary, ovvero “strettamente necessari”. Basti pensare, ad esempio, ai sistemi di login all’interno di un portale, che ricorda all’utente la persistenza all’interno della sua area privata.
Poiché questi cookie derivano principalmente dal sito o portale stesso, essi si definiscono cookie di prime parti e, vista la loro natura, il loro utilizzo non richiede il consenso dell’Utente ai sensi dell’art. 122 comma 1 del D.Lgs. 196/2003.
Rientrano in questo tipo di cookie quelli utilizzati dai sistemi di statistiche sul numero di accessi alle pagine del sito, detti analitycs, ma anche quelli impiegati nella gestione del passaggio tra pagine protocollate in http verso quelle https per garantire la sicurezza dei dati dell’utente.

I cookie di profilazione
Diversamente dai cookie tecnici, quelli di profilazione tengono traccia del comportamento di navigazione dell’utente. Talvolta vengono impiegati nei form di registrazione a particolari servizi all’interno dei siti o nei carrelli elettronici. La loro permanenza all’interno del sistema utente (browser) è variabile.
Ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. 196/2003, l’utilizzo di suddetti cookie necessita preventivamente il consenso dell’utente attraverso un messaggio posto in un banner ben visibile all’interno di ciascuna pagina del sito.
Tale banner verrà proposto finché l’utente non ponga l’accettazione volontaria, che potrà essere revocata ogni qual volta l’utente lo desideri. La sua inibizione non inficerà sul corretto funzionamento del sito.

I cookie di terze parti
All’interno di alcuni siti si possono trovare elementi condivisi da altri portali esterni, come ad esempio le mappe, i video, i social plugin o banner pubblicitari. Poiché le informazioni condivise vengono prese da siti diversi, questa tipologia di cookie si identificano come di terze parti e potrebbero raccogliere varie informazioni relative alle preferenze di navigazione dell’utente all’interno del sito ove i loro elementi sono stati condivisi.

 

CookieTypeDurationDescription
__utma, cookie dati utente e sessioni Tecnici 2 anni dalla creazione o aggiornamento Utilizzato per distinguere gli utenti e le sessioni. Il cookie viene creato se nessun cookie __utma è presente. Il cookie viene aggiornato ogni volta che i dati vengono inviati a Google Analytics.
__utmb, cookie di sessione / visite Tecnici 30 minuti dalla creazione o aggiornamento Viene utilizzato per determinare le nuove sessioni / visite. Il cookie è stato creato durante l’esecuzione della libreria di JavaScript se nessun cookie __utmb è presente. Il cookie viene aggiornato ogni volta che i dati vengono inviati a Google Analytics.
__utmc, cookie per determinare se l’utente è in nuova sessione o visita Tecnici Durata della sessione del browser Storicamente, questo cookie è utilizzato in combinazione con il cookie __utmb per determinare se l’utente è in una nuova sessione / visita.
__utmt, analisi del traffico Tecnico 10 minuti è utilizzato per limitare il tasso di campionamento delle richieste delle pagine del sito.
__utmz, cookie di profilazione della fonte della visita Profilazione 6 mesi dalla creazione o aggiornamento Memorizza la fonte di traffico o della campagna che spiega come l’utente ha raggiunto il tuo sito. Il cookie viene creato all’approdo sulla pagina del sito e viene aggiornato ogni volta che i dati vengono inviati a Google Analytics.
Cookie utente Tecnici Durata della sessione Sono presenti cookie per gestire alcune funzionalità come il blog e le preferenze indicate dall’ utente.